In questi giorni si è parlato tanto di "squadra inadatta"
Inadatta per competere su tre fronti, talmente inadatta che l’Europa League, si diceva, aveva il livello di importanza che manco la figlia della serva.
Avete presente quando le scelte sembrano scontate -mollare baracca e burattini a favor di campionato- e ti prepari mestamente alla sconfitta in Russia? Ecco, il percorso europeo biancoceleste sembrava rientrare esattamente in questa casistica.
Mamma mia, quanti treni persi in passato ed ero pronta a sperare grasso che colava nella Conference. Dopotutto la storia segna/insegna.
Non che non fosse mai stato evidente perché, che Sarri non voglia mollare un ca*zo, è cosa nota. 
Dopo l’infortunio di Ciro però, a molti appariva davvero una decisione lapalissiana.
Non dirò che la partita a Mosca era esclusivamente televisiva, ma è più o meno quello pensavo.
L’ esigenza della Lazio di mostrare il fianco e le fragilità, conservando i titolari per il campionato.
Insomma, ero pronta al peggio. 
E, vi dirò, io oggi mi auguro davvero che la sensazione diffusa sia una sensazione errata. 
Non avrei scommesso sulla resa di Sarri, ecco, mi fa tanto tanto piacere che non sia un pensiero sbagliatissimo. 
Mi farebbe piacere se il suo interesse per l’Europa League si dimostrasse sincero, mi farebbe piacere che quantomeno abbia la possibilità di viversi il torneo come vuole e senza seguire copioni stucchevoli.
Del resto, il tecnico toscano non ha nemmeno troppe alternative adesso e, posto che tra panchina e titolari lui sceglierà comunque i TITOLARISSIMI sempre senza troppe elucubrazioni mentali, meglio provarci che ZERO reazioni.
Hai zero reazioni quando zero ti frega. 
Ma il mister non è così. Sarri a fare le recite degne del più infimo avanspettacolo non ci sta.
E poi a gennaio il calciomercato porterà una ventata d’aria fresca per affrontare il lungo cammino internazionale?
Dopo i discorsi su MURIQI NON SA’ GIOCA’ A PALLONE- DOVEMO FA’ MERCATO, oh, io avevo detto di non cadere nel baratro, ma se questi continueranno con tutti ‘sti pretestuosi accerchiamenti social tra urla da pescivendoli, andrà a finire che contribuirò a creare le fanpage per MAU.
NOVITÀ IN EUROPA LEAGUE
Per chi si fosse perso le ultime novità, o si fosse addormentato mentre su Sky qualcuno provava a spiegare, ricordo che al termine della fase a gironi si terrà il sorteggio dei playoff (13 dicembre ore 13.30 a Nyon)
Le otto seconde classificate dei gruppi di Europa League (teste di serie) affrontano le otto terze dei gironi di Champions (non teste di serie) in gare di andata e ritorno programmate per il 17 e 24 febbraio 2022. Chi passa affronterà agli ottavi le vincenti dei gironi di Europa League.
A partire da quest’anno, soltanto le prime classificate di ogni raggruppamento saranno sicure del pass per gli ottavi di mentre le seconde saranno costrette a giocare un turno in più (ossia i sedicesimi) con le terze classificate dei gironi di Champions League.
Lazio giocherà l’ultima gara in casa contro il Galatasaray e con la vittoria salterebbe un turno. Al momento i biancocelesti sono già certi di giocare almeno i sedicesimi.
*Le otto terze classificate dei gironi di Europa League affronteranno, invece, i sedicesimi di Conference League contro le seconde classificate negli otto gironi della nuova competizione UEFA. 
Perciò davvero non me parlate più de Conference e CIAONE PROPRIO MOU*
APPUNTI SPARSI
STRAKOSHA: Ma la Lokomotiv ha fatto un tiro in porta? (7, ma politico)
PATRIC: Tutto a posto e tutto in ordine. (7)
LUIZ FELIPE: Tu sei il quid in più. (8)
ACERBI: France’ se volevi fa’ l’attaccante, bastava dirlo (6,5)
HYSAj: Senza lodi, ma manco senza infamia. (6)
LUIS ALBERTO: Te quiero e stop. (7)
(Dal 59° ) MILINKOVIC-SAVIC: M’illumino di immenso. (8)
LEIVA: Sono usciti tutti sulle proprie gambe quelli della Lokomotiv? Ah, davvero? (8)
(Dal 59°) CATALDI: Va beh, dai, -entro e me invento qualcosa- , scoattata in mediana.(6,5)
BASIC: Ho la sensazione che….(6,5)
FELIPE ANDERSON: Solo noi #Pipelovers, sappiamo di cosa sei capace. (6)
(Dal 45°) PEDRO: Dribblami pure l’anima (8) 
IMMOBILE: Ma a quanto stiamo? 16700? (8) 
(Dal 65°) MURIQI: "A buona volontà, non manca facoltà". Ce conto, Vedat. (5,5)
ZACCAGNI: Me piaci, me piaci…Me piaci (7)
(Dall’82°) LAZZARI: A destra? (S.V per poco minutaggio)
Todavia…dai COMANDANTE, sorprendici, riscrivi il tuo copione, regalaci un risvolto impensabile e faccela vive’ con la pancia questa Europa!!!
Simplemente, Xoxo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.