Ma ragazzi, che meraviglia questa roba di mandare avanti le chiacchiere inutili sui social?  
Che vi devo dire, sarò una sentimentale per quanto riguarda il trash s’intende, ho come l’impressione di non riuscire a farne a meno del disagio dilagante sul web. Nonostante stia sfuggendo di mano, mi perdo in mille commenti, tra duemila strilli da pescivendoli. Perché puoi togliere la ragazza dal baraccume, ma non il baraccume dalla ragazza.
But, in tutto il baraccume, esistono anche commenti ponderati, moderati e da pollice in su. Commenti di tifosi che mestamente aspettano, e soprattutto sperano, in un trend decisamente nuovo: ovvero che sia fatto il mercato invernale e sia fatto come si deve.
Posto che Sarri sia realmente maestro del bel gioco, deve essere messo in condizione e non nella condizione di veder gironzolare per Formello elementi imbarazzanti che, per capire chi sia il peggiore, basti pensare che ti fanno rimpiangere Bastos. E a mani basse per giunta.  
Perché mi addentro in discorsi che possono portare ad un perenne vaffanculamento? Perché dopo un anno passato nell’isolamento di un Natale senza luci, un Capodanno senza gente in strada, è ora di pensare al 2022 con "normalità" concentrandosi su cose frivole come il calciomercato.
Calciomercato di gennaio notoriamente passato a rimirare le balle di fieno per noi tifosi laziali. Ogni gennaio non succede niente. Un Caceres buttato lì, un Musacchio di là e poi, nessun sussulto, a parte una pornografica fantasia del COLPO BONO PE’ LO SCUDETTO Olivier Giroud. Che si rivelò l’ennesima "presa in Giroud", ma nell’annata del COVID, chi ci pensò più.
Con Sarri il ritornello è destinato a cambiare?
Certo, è vero che il potenziale della rosa titolare è venuto fuori, ma i tempi epici che caratterizzano le squadre di MAU, non sono replicabili a suon di mancanze.
Parliamoci chiaro; senza un attaccante ogni squadra farebbe fatica a raggranellare qualche punticino in più e quello che abbiamo visto contro la Juventus finisce con l’uccidere l’animo del tifoso medio.
Qui tocca rassegnarsi subito e sperare che nascano dinamiche interessanti a gennaio.
Ma che stillicidio! Cioè, ma voi vi rendete conto che da anni stiamo guardando SEMPRE LA STESSA roba? 
Comunque, non so che dirvi di diverso rispetto a quanto già detto, il succo del mio pensiero è che se tra poco arrivasse almeno un giocatore degno della maglia titolare, sarò felice.
Resta il fatto che io ho trovato, trovo e troverò sempre molto superficiale l’idea di perdere tempo dietro al Kamenovic di turno.
 
La panchina per ora la dividerei in due categorie: quelli che potrebbero promettere bene (Romero/Moro/Basic/Strakosha) e quelli che invece niente cosmico. Le bocciature clamorose, come avrete intuito, Muriqi/Kamenovic/Vavro e altra gente che non sa né di carne né di pesce. 
Ma torniamo un passetto indietro.
Maurizio Sarri non era molto in vena di sorrisetti durante l’evento “Fratelli Tutti” svolto a Formello. 
La sconfitta contro la Juventus non gli era andata giù e si è sfogato duramente con Tare e Lotito. 
Il motivo è presto spiegato, ovvero una squadra inadeguata per reggere tre competizioni.
Punto primo all’ordine del giorno è la necessità di trovare per forza di cose un vice Immobile
Muriqi, ahinoi, è stato un flop di proporzioni bibliche.
Come ha raccontato da il Messaggero, Sarri avrebbe pure chiesto il terzino sinistro.
Ed ecco il solito Tare a pregare PARSIMONIA.
Discorso che potrebbe essere applicato anche ai famosi 3 fronti in cui la Lazio è impegnata. (La Coppa Italia a breve)
Non è un mistero, la squadra è inadatta a farsi il mazzo con più partite in pochi giorni e, senza nascondersi dietro ad un dito, abbandonare l’Europa League faciliterebbe le cose.
Discorso amaro, SARRI NUN MOLLA E IN RUSSIA GLIENE FAMO 3.
Ciao Mou, ciao Conference… CIAONE.
Todavia…
Che poi, ‘sti giocatori decenti, sono così difficili da trovare? Ma ce la fanno a farcela? Non dico top player, ma almeno con in mano un pizzico di dignità. 
Capisco tutto, capisco il budget da rispettare, capisco il voler provare a scommettere su qualcuno di nuovo però, se proprio ci vuoi scommettere, caro Igli, a gennaio lo hai sempre fatto nel modo sbagliato! 
Vi giuro, non vorrei percepire che in Sarri si sia prosciugata pure la voglia di vivere.
Todavia, la sessione invernale di mercato fino ad ora è stata una ciofeca agghiacciante. Speriamo che a ‘sto giro arrivi qualcuno che possa interessare il mister. 
Le basi per il prolungamento del contratto di Maurizio Sarri con la Lazio ci sono, ma per la firma bisognerà aspettare. Gennaio ha da passa’.
Addirittura MAU va d’accordo con Lotito e questa è la vera notizia con la N maiuscola. La volontà di entrambe le parti è quella di proseguire insieme.
Il rapporto tra i due è sincero, il presidente ha capito gli sforzi che Sarri chiede alla società e proverà ad accontentarlo. 
Riuscirà il tecnico toscano a farci la grazia già a gennaio?
E ora non ci resta che aspettare e sperare che Igli si dia da fare. Anche se in molti la vedono dura, lo so.
Simplemente, Xoxo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.