Mai letto così tanto disagio nello stesso articolo.

Francesco Acerbi e Akpa Akpro non fanno più parte del progetto tecnico della Lazio. Come riferito da Il Messaggero infatti, Maurizio Sarri ha deciso di escludere i due dalle convocazioni per il ritiro di 5 giorni in Germania.
I calciatori si alleneranno dunque in solitaria a Formello in attesa di novità sul futuro: per il difensore, secondo indiscrezioni, ci sarebbe stata un’accelerata nelle ultime ore per favorire la sua cessione. Non ci sono conferme su qualche sia la squadra che sembra aver affondato il colpo.
La Lazio pretende che il classe ’88 faccia una scelta rapida, nel mentre lui aspetta una big. Il Monza si è definitivamente tirato indietro.
Come riferito da TMW, la decisione è stata presa di comune accordo tra calciatore e società.

Una situazione, quella di Acerbi, iniziata mesi fa, proseguita non certo nel migliore dei modi, finita ancora peggio e che non sembra offrire alcuna speranza per il futuro.

Ad essere sincera, il forfait mi sconvolge e provo emozioni contrastanti.
Un po’ come quando ho visto “Just Like That” dopo aver atteso per più di una decade il sequel di “Sex And The City“.
Le opinioni le potrei fare su quanto sono ancora bellini gli outfit di Carrie Bradshow, oppure per cambiare un po’ e traslocando su Netflix, potrei commentare quanto poco sia tollerabile Elite e tanti saluti a Formello.
Pare brutto, dite?

Comunque che Akpa Akpro fosse un mezzo botolamento clamoroso, lo vado dicendo da un anno, quindi, per placare le polemiche che hanno travolto la dirigenza dopo il suo prezzo a bilancio, ecco la cacciata.
Se fosse stato più nella media come calciatore, del resto, Sarri manco si sarebbe dato da fare per sfancularlo in modo così evidente.
Sarò ESTREMAMENTE sincera : non avessi letto il titolo su qualche quotidiano online, manco mi sarei ricordata che esisteva ancora nell’universo Formelliano.

In tutto ciò, continuo a navigare a vista nel disagio. A provocarmi questo disagio ex una puntina di reflusso, sicuramente ACERBI.

Io l’epilogo del baraccume lo aspetto al varco, vi dirò.
Perché di tempo ne è passato, di trash ha abbondato, accenni di tentennamento si sono visti…

Tanta gente sembra aver dimenticato tutto ciò che di positivo era stato fatto e, semmai alla fine dovesse restare onorano il contratto, ne dovrà avere ancora di pelo sullo stomaco, eh.
Non vorrei essere nei suoi panni.

Ma se Sarri ha deciso di lasciarlo a Formello a meditare sul futuro la dice lunga, io punto un nichelino sulla cessione.
Per il resto non vedo alternative se non la panchina, argomenti, spunti di riflessione. Zero proprio.

ACE era partito a bomba ma, incredibilmente, ad oggi è tra quelli a cui si deve dare una parvenza di senso.
Non si corre il rischio di scambiarlo per un cartonato, certo alcune dinamiche le potevamo evita’, ma vedrò sempre in lui molto più che la semplice necessità di fare numero random.
Ecco.

Simplemente, Xoxo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.