Io ho vissuto Momo Fares in un disagio dilagante che mi attanagliava. Guardavo le inquadrature in lungo e in largo, la panchina e mi sinceravo della sua presenza.

Cioè, ora ricordatemi da quanto tempo è rinchiuso nel bunker di Formello mentre noi da casa accendiamo ventilatori col nebulizzatore /deumidificatore/potere Super Sayan.

#Recap: Momo & la Lazio…

È passato un quarto di secolo prima che venisse raggiunto l’accordo con la Spal ed altrettanto per poter comunicarne l’ufficialità. (calciomercato 2020)
E poi?
Una sola deludente stagione alla Lazio , arrivato per volontà di Simone Inzaghi (TENGH IU) e nessuna riconferma, specialmente per un ruolo (esterno di un centrocampo a cinque) che non esiste nel calcio di Sarri.
È rientrato a Formello per proseguire la riabilitazione in seguito alla ricostruzione del crociato.
Mohamed Fares ha salutato Formello a settembre per il Genoa, poi la firma con il Torino nella sessione invernale di mercato, ma non è riuscito ad imporsi.
Anzi, questo è stato l’anno più brutto.
La sua esperienza con la squadra di Juric, infatti, non è mai iniziata perché, al secondo allenamento si è infortunato: lesione del legamento crociato anteriore e interessamento del menisco mediale.
La stagione è finita lì, nel bel mezzo di gennaio, mentre cercava la rivalsa dopo un anno di nulla cosmico in biancoceleste.

A fine giugno è rientrato a Formello, ha deciso di portarsi avanti con il lavoro e così come testimonia su Instagram, ha anticipato i tempi per l’inizio della riabilitazione.

Cercherò di fare un punto della situazione tra tutte queste mie parole sconnesse.
E la cosa che penso, mentre cerco di fare il punto tra le mie parole sconnesse, è che quel ragazzotto caruccetto-pacioso, lo avevo addirittura dimenticato.

La piazza biancoceleste non somiglia nemmeno lontanamente a quella ferrarese e quando quel giocatorino è arrivato credendo nella svolta in carriera, ha perso ogni contatto con la realtà.

Dopo anni passati pescando gente come Lukaku/Durmisi/Jony (e magari me ne fossi dimenticata qualcuno), non mi aveva certo turbata Fares, pure se avevo risposto le speranze di un nuovo exploit Manuel Lazzari Style.

Cuoricini, brillantini…. E poi…. Zero tensione, zero emozione, zero di tutto…. E Momo –pora stella-.

“Tegola Fares”: il suo futuro resta un’incognita, un rebus tra la mancata forma ottimale e la distanza dalla condizione migliore.

Il botolone del calciomercato si è spalancato sotto i suoi piedi ma, al momento, nessuna offerta.
Attendo quel momento, quello del “botolone calciomercato” e lo attendo per il suo bene, s’intende. Non sono mica così stronz@.

Simplemente, Xoxo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.