Gli infortuni si sa, sono i nemici più acerrimi del calcio, ma quando questi arrivano prima di un big match, la tegola per l’allenatore è ancora più pesante ed improvvisamente si apre una voragine. Perdere una pedina importante dello scacchiere tattico adesso, proprio no, non ci voleva!

 Conte in un mare di guai. Come se non bastasse l’avversaria più che ostica mandatagli dalla sorte solamente agli ottavi, adesso arriva un altro brutto colpo: Antonio Candreva darà forfait contro la Spagna. Eh, questa prorio non ci voleva, nonostante l’ottimismo trapelato in queste ultime ore, stamattina la doccia gelata. L’esterno della Lazio infatti, non ha ancora del tutto superato il problema   muscolare all’adduttore destro. Ad ufficializzare la notizia nella tarda mattinata di oggi,è stata la Figc con un tweet: ” Candreva indisponibile per Italia- Spagna”.  

 

Il momento critico per Antonio è stato a cavallo di questi due giorni. Un conto è stato tornare ad allenarsi in gruppo, ma tutt’altro è forzare nei test che precedono un match così importante e quando si è arrivati a dover far sul serio, l’esterno , ancora per poco, biancoceleste si è dovuto arrendere.

 

Conte si è affidato sulla corsa e sulla fantasia di Candreva in ogni schema offensivo, purtroppo però per lunedì sarà orfano del suo gioiello e dovrà tirar fuori un sostituto dal cilindro. Chi chiamare al ruolo di “supplente” in cattedra? Le ipotesi son tante, ma nulle allo stesso tempo. Più papabile è Florenzi e per lui un ventaglio di possibilità si fanno strada: se giocasse a destra, il bilanciamento tattico vedrebbe Darmian o De Sciglio sul lato opposto. Darmian tirato in causa anche nell’ipotesi che il giallorosso fosse presente invece a sinistra. In ultima battuta potrebbe esserci l’idea molto offensiva che vedrebbe El Sharaawy a sinistra e Florenzi a destra. 

 

“Fantaformazione” ancora tutta da scrivere nelle prossime ore che saranno cruciali domani per Conte, quando si ritroverà alla vigilia di un match che prende forma reale quando fino ad ora è stato solamente immaginato. Ricordiamo però che una squadra è composta da undici e non da uno, il talento di un tecnico poi alla fine, sta nel nascondere quell’assenza importante. Quale asso nella manica calerà Conte sul tavolo? Sperando che il forfait di Candreva non comprometta un Europeo intero per oramai il noto ritornello della mancanza di sostituzioni, aspettiamo i nostri ragazzi lunedì augurandoci che il cielo sopra Parigi e sia azzurro più che mai! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.