Intorno al toto-allenatore della nazionale e della Lazio si sta creando una vera e propria telenovela.

Nell’attesa che la situazione si chiarisca è sempre difficile entrare in contatto con i diretti interessati ma in questo caso Prandelli è stato “pizzicato” al decimo Memorial “Tonino Cossetti” in provincia di Bergamo e ha rilasciato quindi delle dichiarazioni riguardo le voci che lo vogliono vicino o all’Atalanda o alla Lazio:

“Nelle ultime settimane il mio nome è stato accostato più volte all’Atalanta. Posso solo dire che è sempre un grande onore essere affiancato a questa grande società. Ma non c’è mai stato un contatto, e ciò è stato confermato dalla stessa società bergamasca. Per quanto riguarda l’altra (Lazio ndr), invece, non dico nulla per rispetto di Presidente e società che stanno facendo le dovute valutazioni…”.

Ha poi accennato un pensiero per Balotelli:
“Lui
non è difficile da gestire, perché non è un cattivo ragazzo, né un calciatore ingestibile. Io ho sempre sostenuto il suo grande potenziale tecnico. Evidentemente il calcio non è mai stato prioritario per lui e quindi sono venuti meno gli stimoli…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.