La Lazio guarda ancora ai Paesi Bassi per cercare rinforzi.

In un ambiente ancora scosso dall’addio di Miroslav Klose, il mercato diventa l’unico distrattore in grado di allontanare i pensieri. Per un campione che va, deve esserci quantomeno un campione o un campioncino in erba, in grado di non farlo rimpiangere ed allora, full immersion nei meandri di un calciomercato pronto a raggiungere il suo acmè di interesse nel periodo in cui si disputeranno i mondiali, passerella che sarà sfruttata da molti calciatori affamati di successo. I margini per gli errori saranno pochi, e questo la società lo sa, visto che l’ambiente difficilmente perdonerà un’altra stagione come questa. Ed allora, si riparte a raccogliere tulipani che a quanto pare sembrano essere i fiori preferiti dalla Lazio, visto che nel corso degli anni ha creato nel suo quartier generale,un vero e proprio vivaio. L’ultimo di una lista di nomi, che fino ad Agosto sarà infinita, risponde all’identikit del polacco classe 94′ Milik, l’ultima stagione grande protagonista con la casacca dell’Ajax con cui ha messo a segno 24 reti, condite da 12 assist (di cui 21 in Eredivisie). I lancieri lo avevano prelevato in prestito dal Leverkusen, il 1 Luglio 2014 ma dopo un’annata strepitosa in cui bucò la rete avversaria ben 23 volte, decisero di riscattarlo per l’esigua cifra di 2,8 milioni di euro. Un vero e proprio affarone, considerando che sta attualmente confermando tutta la sua prolificità. Prima punta possente  (circa 1,86 cm di altezza), che all’occorrenza può essere impiegata anche da seconda punta o ala, Milik è un’ottimo finalizzatore, sempre pronto a seguire l’azione ed a farsi trovare al posto giusto, nel momento giusto. Il modulo in cui rende meglio, prevede indubbiamente un attacco a tre dove sarebbe pronto a sfruttare e capitalizzare i cross al centro delle ali offensive, anche se potrebbe benissimo coesistere con una seconda punta. Che il suo interesse, restringa la scelta dell’allenatore tra Inzaghi e Sampaoli?Ne sapremo sicuramente di piu’ nei prossimi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.