Lazio: tante chiacchiere, polveroni, scoop e rumors, non importa l’argomento del vociare, ma al centro ad accendere calderoni c’è sempre il patron Claudio Lotito.

Come una specie di “Deus ex machina”, colui che nelle tragedie greche compariva in scena per dare una risoluzione a trame oramai irrisolvibili, poichè tutto era nelle sue mani, causa ed effetto. Ma non si sarà montato troppo la testa il presidente? Eppure dalle mille ed una intercettazione, Claudione si dipinge proprio così : non si muove foglia che Lotito non voglia. “Parole, parole e parole…..”, un vero e proprio Zibaldone pieno di intercettazioni e parole del Deus ex machina di Serie A e B.

IL CASO ANDERSON- I riflettori sono puntati nuovamente sulla Lazio e scoppia il caso: Anderson allo United? Sugli spalti dello dello stadio Arechi così pareva. Una confidenza non troppo confidenziale da parte di Claudio Lotito mentre assisteva al match della sua Salernitana contro il Crotone e tronfio, parlando con il Ds Ursini ed il presidente dei calabresi, le parole intercettate son state le seguenti: “Anderson l’ho pagato 8 milioni e l’ho già rivenduto al Manchester United a 60!”. La società biancoceleste sbianca del tutto e perdendo l’azzurro, smentisce con un bel comunicato : ” Le voci riportate dal presidente Claudio Lotito riguardanti la cessione di Felipe Anderson, sono del tutto prive di fondamento”. Ora, da che parte sarà la verità? Noi crediamo fermanete che per 60 mln il presidente nostrano lo impacchetterebbe con tanto di coccardina aggiungendo anche altri due o tre giocatori e forse anche Tare! Ma poi bisognerebbe investire e questo ci fa pensare che le voci siano davvero prive di fondamento. Come giustificare sopo l’entrata sostanziosa e nessuna uscita egualmente ricca? Sì, questo ragionamento fila anche, ma ricordate la cessione di Zarate ed Hernanes tanto per citarne due? Claudio Lotito ha sempre una risposta a tutto, quindi che le casse della società realmente vedano i miracolosi 60 mln o no, non vi preoccupate che Dybala non arriverebbe comunque, dopotutto lì fuori c’è un esercito di svincolati!

QUESTO CARPI IN SERIE A NON S’HA DA FARE!- Claudione nostrano se la prese col bianco Carpi, perchè promosso nella massima Serie sarebbe stato una vera e propria rovina. La telefonata incriminata vedeva due protagonisti: da una parte della cornetta Pino Iodice e dall’altra Lotito, colui che fa, disfa, comanda e decide, Deus ex machina dell’intero calcio italiano. Non dir gatto se non l’hai nel sacco e Iodice tentò di metter nel sacco proprio il rubicondo Claudione e registrò tutta la telefonata. Riportare il papier delle parolacce, insulti e via dicendo sarebbe inutile, quella telefonata l’abbiamo ascoltata tutti e di Oxford non aveva nulla. Morale? Niente piccole in A, rovinose sul fronte dei diritti tv, perchè salendo il Carpi e altre squadre che valevano zero, avrebbe messo in ginocchio tutti i “poteri del calcio che conta” riducendoli a zero. L’accordo tra Mediaset e Sky è nato grazie alla bravura di Lotito, così da lui stesso dichiarato ed in una vetrina televisiva importante le neopromosse ,tra cui citò anche la probabile promozione tra qualche anno del Latina, avrebbero fatto ritirare coloro interessati a comprare i diritti televisivi. Ingarbugliato? Neanche poco! Se vi è venuto il mal di testa, allora capirete perchè ho bisogno di un moment act proprio adesso!

INFRONT- Ora alzi la mano chi sentendo questa parola legata a Lotito, ovvero Infront-Lotito, non ha fatto almeno una battuta acida! Io sono sicura che in una stanza con cento laziali, 90 avrebbero pensato ciò che ho pensato io! “Ha da passa’ ‘a nuttata” e citiamo un’altra delle tante cosucce che ha combinato il presidente capitolino/campano. Le cose si fecero spinose ed i protagonisti di un’altra trama ingarbugliata che di più non si potrebbe, erano Lotito, oramai quasi scontato dirlo ed il suo amico Preziosi, presidente del Genoa. Lasciando per un attimo da parte la oramai trita faccenda dei diritti tv, andiamo a parlare del caso del Bari che tanto caro sembrava al presidente capitolino/salernitano. Il club barese non riusciva a pagare gli ingaggi dei giocatori, così a Lotito si accese una lampadina affinchè Infront versasse 500 miila euro nelle tasche della società pugliese. Cito testualmente: ” E faje sto mandato da 500 mila euro, così se lo toglie dal c…”. E la vena di Oxford è sempre così presente!

Tra mercato, Carpi e qualcosa Infront, è proprio il caso di dirlo: Claudione perderà pure il pelo, ma di certo non il vizio! Voglio dare però un consiglio al presi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.