Solita conferenza stampa pre-partita da parte di Pioli prima della quale però si è ricordato Pietro Pasquetti.

Prima dell’inizio della conferenza prende parola Stefano De Martino, responsabile della comunicazione della S.S. Lazio:

 “La società ci tiene a ricordare Pietro Pasquetti, giornalista scomparso circa un anno fa. In questi minuti si sta disputando un’amichevole in suo onore. Un abbraccio caloroso alla sua famiglia”. 
Il team di YesWeLazio si unisce a questo piacevole pensiero mandando un abbraccio alla famiglia e un sorriso al cielo.

 

Inizia la conferenza stampa: 

 

Si va a Bologna con qualche certezza in più?

“A Firenze abbiamo vinto una partita importante ma non abbiamo fatto niente. Dobbiamo fare un girone di ritorno diverso rispetto a quella d’andata. Dobbiamo pensare una partita alla volta, ora per noi tutte le gare sono fondamentali per migliorare la classifica”.

 

La Lazio resta una squadra umorale o ha visto dei miglioramenti?

“E’ una Lazio che ha imparato le lezioni del passato, però lo dobbiamo dimostrare sul campo. Dobbiamo giocare con la fame necessaria per vincere”.

 

Bisevac è pronto per giocare dal primo minuto?

“Sicuramente questa settimana gli è servita, conosce meglio i meccanismi, è pronto. Ma stanno bene anche i suoi compagni, domani farò le mie scelte”. 

 

Sensazioni particolari nel tornare a Bologna?

“Ho ricordi positivi della mia esperienza, ho dato tanto e ricevuto tantissimo. Ma vado a Bologna con la missione di fare punti, dobbiamo vincere, ne abbiamo bisogno”.

 

Sceglierà la formazione pensando anche alla Juve?

“No, perché dobbiamo imparare dagli errori. Ci è mancata la costanza, la continuità. Dobbiamo pensare una partita alla volta, quella di domani è una gara più che importante. Se vogliamo tornare nelle zone alte dobbiamo spingere tanto in campionato”.

 

Cos’è cambiato nelle ultime settimane?

“L’approccio, il mese di novembre ci ha tolto qualche convinzione e un po’ di autostima. E’ cambiato lo spirito, siamo più attenti, abbiamo voglia di fare la partita. Ma non abbiamo fatto ancora niente, siamo ancora lontani dalle zone importanti. Non possiamo recuperare tutti i punti in poche giornate, però possiamo farlo pensando che ogni partita sia quella decisiva”.

 

Che Bologna si aspetta?

Visite dell'Articolo: 822

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.