I PRECEDENTI PARLANO BIANCONERO, MA LAZIO BATTI IL GIGANTE GOLIA! Bestiaccia nera, in questo caso bianconera, quella che aspetta la Lazio all’Olimpico.

Un match affascinante e dai contorni suggestivi per i due percorsi inversi: la banda di Max Allegri, rimasta in basso per parecchie giornate, ora comincia a respirare le altezze della classifica, mentre la Lazio è passata dalle stelle alle stalle. Da una parte c’è la Juventus; cessioni che sembravano letali, acquisti d’eccellenza che però non facevano girare la formazione, brutto esordio dopo i fasti dello sfiorato Triplete ed ora quel qualcosa che mancava è stato ritrovato e la zembra pare essersi rimessa in forma.

Dall’altra parte la Lazio; mercato insoddisfacente a basso profilo, infortuni pesanti, panchina che scricchiola ed una fiducia che spesso entra nel match troppo tardi. Due squadre che si sono affrontate anche di recente: in finale di Coppa Italia, a Shangai in Supercoppa, entrambe vinte dai bianconeri e due sconfitte per i ragazzi di Pioli anche nello scorso campionato. La Juventus sembra esser diventata un vero e proprio tabù, ma non è forse questo un motivo per ripartire? Sdoganare la maledizione, anche perchè tra gli spalti capitolini l’ultima vittoria dei biancocelesti risale addirittura al 2003, quando sulla panchina laziale sedeva Roberto Mancini.

C’era una volta Lazio-Juventus ed i precedenti parlano così: 153 sfide tra Serie A, Coppa Italia e Supercoppa bilancio nettamente favorevole ai torinesi con 77 vittorie, 37 pareggi e 39 successi capitolini. La Lazio è chiamata adesso alla conquista dei tre punti in palio e soprfattutto a sfatare il tabù. La juventus non è lo squadrone dell’anno scorso, ma lo stesso rimane tra le più temibili del campionato perchè il nuovo assetto di Max Allegri comincia a mietere vittime sulla sua strada. Servono tante cose da ritrovare che sembrano essere andate perdute: la compattezza,l’ orgoglio e soprattutto la fierezza dell’ aquila romana per battere i titani.

Pronostico nettamente favorevole ai bianconeri, ma come la storia lo racconta, i pronostici possono essere ribaltati; anche Davide battè il gigante Golia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.