E iniziarono a spuntare come funghi i possibili successori di Pioli. Tutto normale, fa parte del gioco. Si fanno i nomi di Francesco Guidolin, Walter Mazzarri e Cesare Prandelli, mentre il Corriere dello Sport scrive che l’accoppiata Lippi-Brocchi è l’unica soluzione possibile.

Secondo la Gazzetta dello Sport per il tecnico della Lazio saranno decisive le prossime tre partite contro Dnipro, Empoli e Juventus. In ogni caso l’esonero dell’allenatore emiliano resta un’ipotesi remota. Lotito, in undici anni di presidenza, ne ha cacciati solo tre (Caso, Ballardini e Petkovic) ma solamente dopo aver provato in ogni modo a salvarli. Inoltre Pioli ha un contratto in scadenza nel 2017 e in caso venisse allontanato resterebbe sul libro-paga del club per un altro anno e mezzo (ha un ingaggio di 2 milioni lordi a stagione). 

fonte: lalaziosiamonoi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.