Ci risiamo, una storia che si ripete come al solito con i soliti problemi preannunciati.

Pioli è bravo ma gli manca qualcosa, c’è chi dice sia furbizia, chi esperienza e chi capacità di leggere le partite. A noi poco importa chi ha ragione perchè sono dettagli rispetto all’ottimo lavoro fatto dal Parmense. La partita di Bergamo non è stata persa per una sostituzione ma perchè si è costretti a far giocare in pessime condizioni fisiche alcuni giocatori che non sono riusciti a tenere i ritmi per novanta minuti.
A inizio anno abbiamo evidenziato le lacune di questa rosa: Terzino sinistro, pochi centrali difensivi e di poca qualità tolto De Vrij, un vice-Biglia e un attaccante in grado di fare davvero la differenza nella categoria.
Ieri la Lazio ha pagato, Pioli su tutti, queste situazioni : Lulic terzino (Ma Braafheid che fine ha fatto? No perchè di solito se si rinnova un contratto ad Agosto si presuppone che il giocatore sia considerato utile) in condizioni fisiche pessime visto che veniva da un infortunio e infatti nel secondo tempo non si reggeva in piedi (si è rischiata anche una ricaduta). Biglia obbligato a rigiocare appena rientrato da un infortunio muscolare (ha giocato benino ma aveva problemi fisici enormi ed evidenti tanto che il secondo tempo ha giocato in 5 metri facendo crollare il ritmo della Lazio) nonostante tutta l’estate ogni tifoso si sia sgolato per far capire alla società che serviva un vice-Biglia. E ultimo grande problema è la mancanza di un attaccante capace di finalizzare il gioco della Lazio perchè, non tutti lo dicono, la Lazio contro l’Atalanta ha fatto vedere il miglior primo tempo della stagione e con un attaccante di grande livello la partita sarebbe stata messa in cassaforte mentre Matri, Klose e Djordjevic sono buoni giocatori ma, chi per l’età chi per mancanze di altro genere, non in grado di fare davvero la differenza in Serie A (figuriamoci nell’europa che conta).
Quindi si, a Pioli manca qualcosa. Il carisma per far capire a una società che i nodi vengono sempre al pettine e che a volte un nodino che si scioglierebbe con il minimo sforzo, o con capacità dirigenziali, può rovinare una splendida acconciatura.

Che impari e migliori fin da gennaio perchè in questa Lazio i tifosi vedono grandi potenzialità rovinate da piccole presunzioni di grandi, fisicamente si intende, uomini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.