Essere o non essere? De Vrij è il problema, o la soluzione a seconda di come la si veda…

Il reparto difensivo della Lazio è un grande problema per due aspetti: Quantità e qualità. Infatti se negli scorsi anni c’era un problema di qualità dei giocatori ma ce ne erano in abbondanza quest’anno c’è un problema anche di numero.
Se la scorsa stagione la Lazio aveva Ciani, Cana, Novaretti, Mauricio, De Vrij e Gentiletti per svolgere due competizioni in questa ha solo Hoedt (un ragazzo ancora grezzo e non pronto per certi livelli), Mauricio (con un problema evidente con le squalifiche), De Vrij (che si sapeva di alcuni problemi fisici) e Gentiletti ( che era ed è ancora oggi un’incognita sul lato della condizione fisica) per ben 3 competizioni di cui una poteva (anzi doveva) essere la Champions League.
Sicuramente una mancanza della società (considerando che poi non si sono risolti gli altri problemi principali e cioè il terzino sx e il vice Biglia) ma le accuse ad Ottobre sono poco produttive (Noi le abbiamo fatte a tempo debito parlando prima).
La realtà è evidente: La Lazio con De Vrij a reggere la baracca è una squadra capace di imporsi veramente ad alti livelli mentre senza l’olandese si evidenziano tutti i difetti di questa squadra in fase difensiva tanto che lo scorso anno senza De Vrij si riuscì a vincere una sola partita e contro una squadra di basso livello.
Bisognererà correre ai ripari e questa volta senza sbagliare perchè, come ci insegna per ultimo Mauricio, i giocatori che vengono praticamente regalati qualche cavolo di problema lo hanno nel 99,999% dei casi. Intanto, ammesso e non concesso che la società interverrà sul mercato a gennaio, da qui al mercato invernale la Lazio sarà costretta a giocare con una difesa all’apparenza tra le meno solide del campionato con il rischio di perdere tanti punti per strada che a fine anno risulteranno fondamentali.

In questo contesto ogni laziale si sveglia e dedica una preghierina al ginocchio di De Vrij. Dio delle cartilagini, cresci e ricreati in lui affinchè ogni biancoceleste gioisca in tuo nome…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.