Di seguito la conferenza stampa di Stefano Pioli effetuata alle ore 16.00.

Più arrabbiato con la squadra o con l’arbitro?

“Siamo arrabbiati per il risultato, non era quello che volevamo. Non per la prestazione, non abbiamo fatto un’ottima gara, ma comunque una buona partita. Abbiamo pagato a caro prezzo qualche disattenzione. Mi aspetto miglioramenti, è una partita importante, vogliamo passare il turno. Vincere ci darà una spinta in più”.

Morrison può giocare tra domani e domenica?

“C’è sempre la possibilità. Le scelte devo ancora farle, credo che sarà tra i convocati, domani deciderò”. 

Calcolerà i tanti impegni ravvicinati nello scegliere la formazione?

“Sicuramente vanno valutate queste cose, giocare ogni tre giorni comporta cambiamenti, è una partita importante. La squadra sarà competitiva”.

Marchetti e Kishna come stanno?

“Kishna credo che stia bene, ieri era soltanto un po’ affaticato. Marchetti sta meglio rispetto a quando ha avuto la contusione. Valuterò nel pomeriggio”.

Che partita si aspetta?

“Il Rosenborg è un’ottima squadra, sta vincendo il campionato, stava vincendo con il Saint Etienne e ha perso nel finale con il Dnipro. Gioca un calcio paziente quando ha palla, ha qualità a centrocampo e velocità sugli esterni d’attacco. Vogliamo controllare noi la gara e giocare con ritmo. Serve assolutamente per fare bene in Europa”.

Biglia?

“Biglia e Djordjevic si stanno allenando, la tabella prevede il loro recupero per domenica”.

Klose o Matri?

“Sceglierò domani mattina, stanno bene entrambi”.

Ha compiuto ieri 50 anni. Che regalo chiederebbe a Lotito e Tare, ai giocatori e ai tifosi?

“Niente di particolare, spero che questa sia la stagione migliore possibile per tutti noi. Stiamo lavorando tanto per crescere e migliorare, sto rivedendo cose che non vedevo a inizio stagione. Possiamo toglierci anche quest’anno tante soddisfazioni”. 

Radu al centro della difesa?

“E’ una possibilità, ma come mancini al centro siamo coperti. Siamo una delle poche squadre cha abbiamo giocato con due mancini. Comunque Stefan è un’alternativa in più”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.