Direttamente dal sito biancoceleste lalaziosiamonoi.it si apprende una notizia circa delle valutazioni che starebbe effettuando in queste ore il nostro gioiellino di difesa: Stefan De Vrij. Di seguito riportiamo l’articolo.

Al momento non è stata fissata nessuna data per l’intervento“. Così parlava ieri il medico sociale della Lazio Stefano Salvatori in riferimento alla situazione di Stefan de Vrij. L’olandese si era fermato nel match contro la Turchia circa un mese e mezzo fa, il ginocchio sinistro è ancora malconcio. Sta seguendo una terapia conservativa, ma finora non ha sortito gli effetti desiderati. Proseguendo con le punture, de Vrij dovrebbe star fuori almeno altri 20 giorni. Le probabilità di vederlo in campo nel derby sono pressoché nulle, rientrerebbe dopo la sosta. Questo tipo di protocollo finora non ha funzionato, in caso di fallimento de Vrij terminerebbe comunque sotto ai ferri rischiando di saltare l’intera stagione. L’ex Feyenoord è un guerriero, aveva già rifiutato l’operazione, ma questa volta le prospettive sono differenti, il giocatore ha voluto vederci chiaro. Due giorni fa è volato in Belgio, per un consulto con il Responsabile di medicina dello sport di Anversa, ieri è stato a Barcellona. Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva dalla nostra redazione, de Vrij si è confrontato con Ramòn Cugat: è uno dei pionieri delle operazioni in artroscopia, il mago del ginocchio. Ha rimesso a nuovo Pep Guardiola, Xavi, Eto’o, Vidal, Fabregas, Iniesta, Puyol, David Silva, David Villa, Afellay e Fernando Torres tra i tanti. È una garanzia. È stato uno dei primi specialisti ad utilizzare fattori di crescita nei suoi trattamenti, a partire dagli inizi del nuovo millennio. De Vrij ha un problema di ricostituzione della cartilagine che lo affligge da 5 anni, l’idea è quella di innestare un fattore di crescita che faccia ricomporre la cartilagine più velocemente. L’operazione permetterebbe al giocatore di risolvere definitivamente il problema, rispetto alla terapia conservativa in corso. Tempi di recupero? Febbraio 2016, non prima. Il giocatore è rientrato ieri nella Capitale, si confronterà nuovamente con lo staff medico biancoceleste, parlerà con Pioli. Ha ancora alcune perplessità, il colloquio servirà a schiarire le idee. Secondo le indiscrezioni in nostro possesso la decisione definitiva è attesa in serata. La Lazio non vuole influire sulle scelte del ragazzo, ma è importante iniziare a muoversi subito in una delle due direzioni. Intervento chirurgico o terapia conservativa? Questo è il dilemma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.