Brocchi, ex giocatore anche della Lazio e ora allenatore delle giovanili del Milan, ha parlato della partita della Lazio e della situazione più in generale.

L’intervista è stata rilasciata ai microfoni di LazioStyleRadio e ve la riportiamo:

Sulla partita di ieri:

“Partite come quelle di ieri sono delle incognite difficili da decifrare. Bisogna passare da questi risultati per arrivare bene in fondo. La Lazio è stata brava. Queste gare sono importanti se si vuole fare qualcosa di importante, è stato bello vedere la squadra giocare con questa mentalità e questa voglia”. 


Poi sui singoli: 

“Keita ha delle caratteristiche importanti, in quei momenti della gara quando comincia ad affiorare la stanchezza e ansia da risultato è utile per spaccare le partite. Caratteristica che può portare benefici in futuro. Insieme al Napoli la Lazio ha dei giocatori importanti in attacco. Può cambiare sempre molto e il risultato è lo stesso.  La Lazio l’ho vista sempre bene, non si può nel giro di pochi mesi dire che è tutto da buttare via. Nel calcio esistono momenti difficili, reciterà un ruolo importanti in Italia e in Europa. Milinkovic-Savic? Può giocare mezz’ala, uno che riesce bene a inserirsi con buone capacità tecniche. Non è un vero e proprio fantasista, ma interpreta bene quel ruolo, regalerà soddisfazioni. Quella di Lulic invece la reputo una scelta importante, in quella posizione può far bene. Cataldi? Danilo può solo che migliorare, non si può pensare che un ragazzo non abbia dei momenti di difficoltà. L’importante è che chi gli sta intorno non gli metta troppa pesantezza. E’ in fase di crescita, più avanti rispetto ai suoi coetanei, diamogli tempo.  Per Djordjevic è stato il giusto premio per un prestazione ottima, attaccante di livello, l’ha sempre dimostrato. La Lazio è messa molto bene in quel reparto, serve l’apporto di tutti”.

Infine su de Vrij e la prossima sfida col Sassuolo:

“Quella dell’olandese è un’assenza importante. Ha stupito tutti, il suo rientro garantirà maggior solidità e sicurezza sia in fase di possesso e di non possesso. Il Sassuolo è una squadra insidiosa, non sarà un impegno facile, sarà bello vedere un confronto con due squadre che giocano bene”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.