Dimenticare un 5-0 nel calcio non è mai semplice, soprattutto se arriva dopo un mese e mezzo di risultati negativi. Questo, però, deve riuscire alla Lazio di Pioli, che deve mettersi alle spalle tutto e provare a ripartire.

Settantadue ore dopo la disfatta di Napoli, i biancocelesti hanno già la possibilità di torrnare in campo per rifarsi. All’Olimpico, però, arriva il Genoa, autentica bestia nera per le aquile. Negli ultimi anni i liguri sono diventati un tabù per Mauri e compagni, tanto che hanno vinto il doppio confronto nelle ultime quattro stagioni. Otto sconfitte pesanti, spesso condite da infortuni gravi: Klose, Hernanes, Rocchi e Brocchi hanno rimediato gravi ko proprio contro il Grifone. Senza andare troppo indietro nel tempo, basta riavvolgere di pochi mesi il nastro e pensare allo scorso anno: Gentiletti, Basta e Biglia si infortunarono a Marassi, mentre Marchetti si fermò all’Olimpico. Il Genoa è ormai una maledizione, tanto che le otto sfide hanno anche modificato le statistiche generali tra le due squadre.

I PRECEDENTI – Sono 90 le partite tra le due compagini che vedono in vantaggio per 35 a 31 i genovesi, mentre 24 sono i pari. Mauri e compagni sono le vittime preferite del Genoa nella massima serie sia in termini di vittorie (35), che di gol segnati (128).  Per quello che riguarda i match disputati all’Olimpico, però, la Lazio è ampiamente in vantaggio con 22 successi a sette, 16 i pari.  A questi bisogna aggiungere anche 8 incontri in Serie B (4 pareggi e 4 vittorie laziali, il primo lo 0-0 del 18 marzo ‘62) e 3 in Coppa Italia (1 pareggio e 2 successi biancocelesti). Sono 113 in tutto i gol siglati in Lazio-Genoa, con i padroni di casa che dominano per 76 a 37. I Grifoni sono reduci da 4 vittorie di fila all’Olimpico: 2-1 nel 2011/12, 1-0 nel 2012/13 e lo scorso anno, 2-0 nel  2013/14. Mai prima di questo poker i rossoblù avevano vinto 4 volte di fila in casa della Lazio. Non solo: i capitolini non segnano in casa contro il Genoa da 349′ e sono rimasti a secco in quattro delle ultime cinque sfide. L’ultimo gol biancoceleste firmato da Sculli risale all’11’ di Lazio-Genoa 1-2 del 18 settembre 2011. Tra Olimpico e Marassi la Lazio ha inanellato ben otto sconfitte consecutive contro la squadra del Grifone.

PIOLI VS GASPERINI – Sono otto  i precedenti tra i due allenatori e il bilancio è in perfetta parità con quattro vittorie per parte. L’ultimo successo di Pioli risale al dicembre 2014, quando la rete di Diamanti regalò i tre punti al suo Bologna. Oltre al doppio acuto della passata stagione per Gasperini ci sono anche due successi datati, che risalgono ai tempi del Crotone (settembre 2004 e gennaio 2006 con Pioli alla guida del Modena). Precedenti leggermente negativi per l’allenatore di Parma contro i liguri. In dodici match sono arrivate quattro vittorie, altrettanti pari ecinque ko. In positivo, sul versante opposto, i numeri del mister di Grugliasco che ha perso quattro delle dieci gare contro le aquile con due pareggi e cinque vittorie. Per quello che riguarda i gol fatti è in vantaggio Gasperini per 12 a 10.

fonte: lalaziosiamonoi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.