Ha sfidato la Lazio ma gli è andata male. Delio Rossi, però, è pronto a rimboccarsi le maniche e guidare il suo Bologna più in alto possibile.

L’ex allenatore biancoceleste, ai microfoni di Radio Olimpia, ha fatto una panoramica generale sulla squadra capitolina, partendo da un giudizio su Kishna: “Sicuramente è un giocatore di qualità con caratteristiche importanti. Ha buona tecnica e intraprendenza. La società ha scelto bene. Balotelli? Lo reputo un grandissimo giocatore, ma non è un centravanti. Lo vedo più come una seconda punta”.Da laziale adottato, ad un laziale doc. Il parere di Rossi su Di Vaio:“È cresciuto alla Lazio e sicuramente è rimasto legato ai colori biancocelesti. Adesso però vive 24 ore su 24 per il Bologna, ma ovviamente è tornato volentieri all’Olimpico”.Poi sulla sua esperienza in Champions:“Abbiamo dovuto fare una preparazione non calibrata solo sull’Europa, ma finalizzata a giocare ogni tre giorni. Servono 17-18 giocatori dello stesso livello per intercambiarli fra loro. Giocare in Europa League o in Champions è completamente diverso nella testa di un giocatore e quindi nel caso in cui la Lazio dovesse uscire ci potrebbe essere un contraccolpo psicologico, come accaduto lo scorso anno con il Napoli. Radu? Nel gol che abbiamo fatto noi non ho visto lacune da parte di Radu. Non metterei in discussione il romeno e se la società non opera sul mercato è perché evidentemente si fida ciecamente di lui”.

fonte: lalaziosiamonoi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.