“Quando rientrerà gli faremo capire che è fondamentale per la nostra squadra”. Lo ha ribadito a chiare lettere il ds Igli Tare, nella conferenza di Auronzo. Lucas Biglia rappresenta il presente e anche il futuro del progetto tecnico biancoceleste, in barba alle tante voci di mercato che lo vedrebbero lontano dalla Lazio.

L’argentino, ancora in vacanza dopo le fatiche in Copa America (l’Albiceleste è stata sconfitta dal Cile in finale ai rigori, ndr), si aggregherà al gruppo soltanto il 27 luglio, giusto il tempo di racimolare le energie giuste per la finalissima di Shanghai contro la Juventus in Supercoppa. Intanto, spunta un retroscena importante sempre in chiave mercato: nonostante l’interesse ormai acclarato del Real Madrid, che soltanto un anno fa aveva provato a soffiarlo in extremis alla corte di Lotito e Tare, sembra essere proprio il Manchester United l’unica big che nelle ultime settimane abbia provato a trattare il centrocampista di Mercedes. Come rivela l’edizione odierna del Corriere dello Sport, Van Gaal era pronto a mettere sul piatto 25 milioni per il suo cartellino. “Neanche per sogno” la secca risposta della Lazio, che per sedersi a trattare ne voleva almeno 40. La presenza di Joop Lensen, direttore dell’Academy, ed ex collaboratore del manager dei Red Devils, avrà magari fatto il resto, sollecitando l’amico Louis a scartare l’ipotesi per poi virare su Schweinsteinger, già in uscita dal Bayern Monaco, meno costoso (pagato 18 milioni, ndr) e di due anni più vecchio. In attesa di una possibile offerta concreta anche del Real, Biglia intanto si gode gli ultimi giorni di vacanza, con uno sguardo rivolto già verso oriente. L’8 agosto si avvicina e l’ex Anderlecht vuole coronare al meglio un anno da grande protagonista, il migliore della sua carriera.

fonte: lalaziosiamonoi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.