AURONZO DI CADORE – L’obiettivo Supercoppa è chiaro in testa: “Iniziamo subito con una grande partita e contro un avversario fortissimo”. Stefan de Vrij ha raggiunto due giorni fa i compagni ad Auronzo di Cadore, già indica la strada.

Non ha paura dei campioni d’Italia: “Abbiamo ancora qualche settimana, dobbiamo farci trovare pronti per l’appuntamento in Cina”, dichiara ai microfoni di Mediaset Sport Premium. “Sarà difficile, ma in finale di Coppa Italia abbiamo capito che possiamo battere la Juve”. Con un modulo in più a disposizione: “In difesa possiamo giocare sia a tre  che a quattro. Dipende molto dai giocatori a disposizione e anche dall’avversario. In Coppa con la Juve abbiamo giocato con tre difensori. O cinque, come dite voi. Credo che sia la giusta formazione per batterli”. Supercoppa e preliminare Champions, è un agosto di fuoco per la squadra di Pioli. De Vrij vuole la qualificazione alla fase a gironi: “Per noi è molto importante passare il turno, abbiamo lavorato tutto l’anno scorso per arrivare a giocarci queste partite. Abbiamo veramente tanta voglia”. Per il difensore non c’è un avversario meno ostico: “È vero, possiamo affrontare il Valencia, il Bayer Leverkusen o il Manchester United, ma ci sono tante possibilità. Tutte le squadre sono forti, ma lo siamo anche noi. Dobbiamo lavorare per migliorare ogni giorno. Non vogliamo mollare mai e continueremo a farlo. È un onore giocare per la Lazio e per i suoi tifosi”. Sempre più orange nella Capitale, Hoedt ha aumentato il numero degli olandesi in biancoceleste: “Questa cosa mi piace, posso parlare di più nella mia lingua e spiegare ai nuovi arrivati come funziona qui. Anche per Wesley è un bene”. L’Italia, però, ha salutato Pirlo. Una grave perdita per de Vrij: “È un giocatore fortissimo. Ha fatto tanto per il vostro calcio, l’ho conosciuto ed è anche una grande persona. Ho tanto rispetto per lui”.

fonte: lalaziosiamonoi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.