“La trattativa è saltata perché Ederson ha rifiutato. In pratica non ha risposto a nessuno. A noi, alla Samp, a Mihajlovic. Sapeva della trattativa e non ha risposto”. Così un amareggiato Igli Tare – ai microfoni dei cronisti presenti all’AtaHotel Executive di Milano – commenta il mancato arrivo di Gonzalo Bergessio.

“Ederson è un giocatore importante – prosegue Tare – non si discute la qualità, sarebbe stata un’opportunità importante per lui. Vedremo cosa succederà in futuro. Abbiamo fatto quello che dovevamo fare. Questa trattativa è nata all’ultimo momento per dare un’altra possibilità alla rosa, anche se Pioli ci ha ribadito che è soddisfatto degli uomini a disposizione”.

OBIETTIVO CHAMPIONS E LEDESMA – Sull’obiettivo Champions League: “Bisogna essere corretti, la Lazio ha sempre detto di puntare all’Europa. Stiamo facendo un grande campionato, non ci nascondiamo. Se raggiungiamo la Champions ben venga. Ci credo alla Champions, non ho detto che non ci credo. Ma il primo passo è l’Europa”. Su Ledesma: “Non c’è stata mai la richiesta di 1.5 milioni, c’è stato interesse dell’Inter fino a ieri. Aspettavamo una chiamata per stamattina. Ledesma resterà e sarà utile fino a fine campionato. Rinnovo? Ogni cosa al suo momento. Abbiamo una rosa che deve fare solo il campionato e non dobbiamo caricarla ulteriormente. Tra due mesi rientrerà Djordjevic, non è vero che la Lazio fa le cose legate ad altri nomi. Voto al mercato? Il mio lavoro non è quello di mettere voti, ma di dare il meglio. La Lazio è un’ottima squadra per il presente e per il futuro. Con Bergessio chiusa, non se ne parlerà più”. 

MAURICIO, HOEDT E MORRISON – C’è spazio anche per parlare di Mauricio, Hoedt e Morrison. Il centrale brasiliano ha la precedenza: “Dovevamo comprare un difensore, conosciamo il ragazzo da tempo, ha la caratteristiche per fare bene. Hoedt è un investimento per il futuro, abbiamo cercato di anticipare il suo arrivo per facilitare l’ambientamento. Morrison? Ha qualità sopra la media, ha tutto per diventare un giocatore importante. Dobbiamo dargli tempo perché cambia campionato, sarà un ottimo acquisto. Il nuovo Gascoigne? Lo paragonano a Gascoigne per quello che ha fatto fuori dal campo, a me interessa quelle che farà in campo. Ho avuto modo di conoscerlo, mi ha fatto un’ottima impressione. Mi è sembrato un ragazzo legato alla famiglia, è arrivato a Roma con la madre. Se è un’operazione che mi soddisfa? Mi aspetto solo che gli infortunati tornino presto”.

CESENA – Perdere una partita così non fa bene al nostro percorso, ci sono tanti fattori che incidono come le tante assenze. Mancavano Biglia, Radu, de Vrij, Biglia, Djordjevic, sono assenze che pesano eccome. Sono perdite importanti in un momento clou. Un messaggio ai tifosi? Ringrazio quelli sempre presenti allo stadio e faccio un appello a quelli che mancano. Giocare magari in Champions o fare un campionato importante senza avere il supporto della gente non va bene. Faccio un applauso a quelli che ci sono ogni domenica”.

fonte: lalaziosiamonoi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.