Stefano Pioli ha parlato alla usuale conferenza stampa pre-partita.

Queste le domande e le sue risposte:

La Lazio è prima nella classifica dei 45 minuti iniziali…

“Le partite però durano 90 minuti, anzi 95. Possiamo ancora crescere. I dati dell’ultima partita dimostrano che abbiamo fatto un primo tempo incredibile sotto il punto di vista dell’intensità. Non si può mantenere questo ritmo per tutta la partita. Quando in campo cala l’intensità fisica, deve aumentare la concentrazione”.

Quanti margini di crescita ci sono?

“Ci sono margini importanti, dal punto di vista individuale e collettivo. Dobbiamo mantenere il giusto atteggiamento mentale e stare nella partita con più concentrazione”. 

Come sta Marchetti?

“Non viene con noi a Empoli perché non è in grado di giocare. I primi giorni della settimana aveva la febbre, poi ieri ha provato in campo ma la botta alla schiena rimediata lunedì sera gli ha creato delle difficoltà”.

Non essere più una sorpresa potrebbe essere un’insidia?

“Non credo, perché siamo i primi a pretendere tantissimo da noi stessi. Lavoriamo per prendere sempre il massimo del punteggio. Così abbiamo raggiunto una buona posizione in classifica. Come dicono anche i miei giocatori, se vogliamo mantenere questo posto, dobbiamo affrontare sempre al meglio la prossima partita”.

Djordjevic o Klose? Che considerazioni fa per scegliere?

“Sicuramente valuto la condizione, ma ci sono tante valutazioni a livello tattico. È chiaro che in questo momento ho la difficoltà di poter scegliere, ma preferisco avere questo tipo di problemi. Schiererò una formazione competitiva, ma avrò tanti giocatori importanti anche in panchina”.

Lulic e Parolo sono diffidati…

“Vedo che non state seguendo tanto i miei concetti. Empoli, Empoli ed Empoli, c’è solo l’avversaria di domani nella nostra testa. A volte le classifiche non sono veritiere, l’Empoli gioca un calcio propositivo, ha fatto soffrire tutte le squadre, anche la Roma e la Juventus. Siamo consapevoli dell’avversario di domani, ma ci siamo preparati per creargli difficoltà”.

I tifosi già pensano alla partita con la Juventus e quello che potrebbe succedere in classifica…

“Dalla settimana prossima penseremo alla prossima partita. Non fa parte del mio modo di pensare, la nostra testa è proiettata solo all’Empoli. Siamo a questo punto perché abbiamo preparato una gara alla volta, stiamo lavorando sodo, da veri professionisti”.

La Lazio ha l’attacco migliore del campionato, mentre in difesa ancora balbetta. Se l’aspettava?

Visite dell'Articolo: 539

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.