Le pagelle di Lazio – Torino.

MARCHETTI 6: ordinaria amministrazione. Il Torino non si fa vedere troppo spesso ne troppo concretamente in area biancoceleste.
CAVANDA 6.5: ogni minuto che passa abbiamo il terrore che possa combinarne una, ma il belga sembra essere rinato con la cura Pioli, e sulla destra fa sempre quello che gli pare.
DE VRIJ 6.5: se non fosse che il Torino non è il Barcellona, sarebbe adatto dire che non sbaglia nulla. Preciso, puntuale, efficace. Buonissima partita per l’olandese.
CIANI 6: la sua partita è positiva, forse meritava mezzo voto in più, ma l’assist per il gol del Torino pesa sulla sua prestazione.
RADU 5.5: non è il solito Radu, sbaglia molto, non attacca bene e non difende bene, forse è rimasto con la testa a Firenze, ma la Lazio ha troppo bisogno di lui. Riprovaci, Stefan.
BIGLIA 7.5: partita esagerata del finalista del mondo argentino. Gol su punizione di grande fattura (primo gol dopo la cessione di Hernanes), costruzione, interdizione, difesa, recupero, è ovunque. Dove c’è Biglia, almeno stasera, c’è gioia.
PAROLO 6.5: si vede poco, ma senza di lui ci sarebbe un enorme buco a centrocampo. Se il Torino costruisce poco, il merito è soprattutto il suo e di Biglia.
LULIC 6: mostra la solita, immensa generosità nei rientri in copertura, ma davanti sbaglia qualcosa di troppo, ed una frase di Guido De Angelis sembra riassumere la sua partita: “il vecchio kozac gli ha prestato gli scarponi della guerra”.
FELIPE ANDERSON 4: mai in partita, sbaglia quasi tutti i palloni, viene spostato di fascia in continuazione e ovunque si trovi sembra non capire cosa sia un pallone e soprattutto che il suo lavoro consiste nel prenderlo a calci.
CANDREVA 6.5: a volte fa qualche giochino di troppo, ma quando serve sceglie sempre la cosa migliore da fare. Il futuro della Lazio è sempre lui, Antonio Candreva.
DJORDJEVIC 5.5: Pioli decide di mettergli Klose accanto dopo soli 45′ e la scelta sembra ripagare il tecnico, ma solo per il tedesco. L’ariete serbo non incide nella sua partita, sembra fuori dal gioco, per questa volta è rimandato.

KLOSE 6.5: torna in campo e segna il gol della vittoria. C’è altro da dire?
ONAZI 6: entra al posto di uno sfinito Biglia ed ha il solo compito di contenere le fiammate del Torino. Riesce nel suo compito con discreta disinvoltura.
BRAAFHIED SV

PIOLI 6.5: capisce il momento negativo di Felipe Anderson, gli concede fiducia ma dopo un oslo tempo è costretto a mandarlo sotto la doccia. Un pò a sorpresa decide di provare la coppia Klose-Djordjevic ed il tedesco firma il primo gol in questo campionato. Intelligente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.