“Sto solo aspettando il permesso per poter iniziare a correre con la massima intensità “. Di ritorno da Monaco di Baviera, Dusan Basta interviene ai microfoni di novosti.rs. Il serbo ha fatta tappa in terra teutonica per una visita da uno specialista, il trattamento a cui si è sottoposto nelle ultime tre settimane ha dato buoni risultati.Ad inizio novembre la lesione al polpaccio sarà solo un ricordo, quella folta chioma bionda tornerà a calcare il manto erboso. Giusto in tempo per rispondere alla chiamata del ct della Serbia, Dick Advocaat, in vista della sfida contro la Danimarca del 14 novembre. “Non sento più dolore – dichiara l’ex Udinese –  e se tutto va bene contro la Danimarca ci sarò“. Al 30enne di Belgrado viene poi chiesto di commentare il momento d’oro della Lazio e del connazionale Filip Djordjevic: Era solo questione di tempo, la qualità del gioco era evidente, adesso sono arrivati anche i risultati. Abbiamo una squadra attrezzata per l’Europa League e per noi è fondamentale che Filip abbia trovato il gol e raggiunto il top della forma. So quanto ci teneva a segnare, soprattutto in una situazione come questa in cui c’è tanta concorrenza: dietro di lui c’è un asso come Miroslav Klose. Quando si hanno a disposizione due goleador di questo livello è molto più facile raggiungere gli obiettivi. Io sinceramente non vedo l’ora di tornare in campo, ogni partita che vedo ho sempre più nostalgia”. In chiusura Basta parla dell’istantanea che ha fatto il giro del mondo, quella in cui figura abbracciato a Berisha, Cana, Djordjevic e Strakosha: “E’ stata una grande idea del club”.

fonte: lalaziosiamonoi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.