È una Lazio che vuole crescere, in campo ma anche fuori. Uno dei comparti fondamentali del calcio moderno è la comunicazione, che va a tracciare l’immagine di una società e la esporta anche all’estero.Alla Lazio, negli ultimi anni sono stati tanti i progetti intrapresi, le novità e i passi avanti, tanto che il Responsabile della Comunicazione biancoceleste, Stefano De Martino, dalle colonne de Il Messaggero, definisce la Lazio tra i pionieri di questo mondo. Nonostante tutto, però in tanti vedono una società un po’ chiusa al mondo esterno: “Sciocchezze. La Lazio è tra le prime tre squadre di serie A per produzione ed invio di contenuti nelle 24 ore, tutti interamente prodotti da noi. A Formello c’è un centro di produzione e da quest’anno sul nostro canale programmeremo anche gare di altre discipline come nuoto, calcio femminile ecc. Stiamo diventando un punto di riferimento, visto che tante società ci chiamano e chiedono consigli per quello che abbiamo fatto e stiamo facendo”. Questa estate si è parlato molto, anche dello “scippo”, da parte della Roma delle frequenze su cui trasmetteva Lazio Style Radio: “Tutto quello che è successo mi fa sorridere. Ma quale scippo o derby perso. Il nostro progetto d’espansione era stato avviato già tre anni fa e le scelte per il 2014 erano state fatte. Anzi mi lusinga che dall’altra parte del Tevere si siano ricreduti sulla radio, visto che tre anni prima, quando accendemmo Lazio Style Radio, fui deriso: ma che fai la radio? Ma sei matto? Ora invece ci copiano”. E intanto anche in Lega, De Martino, con alcuni colleghi starebbe studiando un progetto innovativo: “La novità è poter avere tre nostri rappresentanti all’interno della riunioni tra presidenti, anche per consigliare la costruzione di un “prodotto calcio” sempre più competitivo. È anche lì la sfida e la maniera di cambiare il calcio perché la comunicazione è fondamentale, come ha sottolineato spesso il Presidente Lotito”. Pian piano, i tifosi laziali si stanno riavvicinando alla squadra, ma questo processo passa anche attraverso la comunicazione: “Primo di tanti passi, aprire Formello, far vivere al tifoso il centro sportivo, con l’intenzione non solo di ospitare ma intrattenere i nostri fans che una o due volte a settimana potranno stare con i loro beniamini, ma partecipare anche alle nostre trasmissioni, tv e radio, dialogando con Klose e compagni. A breve, poi, usciranno della applicazioni grazie alle quali si potrà interagire con i giocatori o l’allenatore via telefonino. Saranno novità assolute. La nostra forza è credere nella tecnologia e usarla nel migliore dei modi. E a proposito di internazionalizzare? Con la radio ci stiamo espandendo nel Lazio; a breve arriveremo, grazie a una nuova tecnologia da noi sviluppata, a livello nazionale. Poi stiamo mettendo a punto un’idea grazie alla quale potremmo raggiungere direttamente incredibili portali nel mondo dove ci sono milioni di persone che amano e seguono la Lazio. E non sono numeri detti così a caso”.

fonte: lalaziosiamonoi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.