Il mercato estivo ha portato tante novità, l’unica pecca che la società si rimprovera è di non essere riuscita a piazzare i giocatori in esubero. Dietro i titolari c’è una panchina affollata, ricca però di giocatori di livello che possono cambiare l’andamento di una partita. Proprio come è accaduto domenica in casa contro il Cesena.La gara è stata chiusa definitivamente da Mauri, servito splendidamente da Klose che a sua volta era stato imbeccato da Felipe Anderson. Il brasiliano ha dimostrato durante il ritiro estivo di avere qualità importanti. Sicuramente sarà difficile partire da titolare vista la concorrenza di Candreva e Keita ma con il tempo potrà ritagliarsi uno spazio importante. Stesso discorso per gli altri panchinari di lusso: da Konko a Ledesma, da Gonzale a Cataldi passando per Onazi. Come riportato nell’edizione odierna del Corriere dello Sport, tutti avranno una chance, lo ha ribadito Pioli sabato scorso a Formello: “Non soffermatevi su chi parte e chi entra. Mi piace sfruttare i tre cambi. E’ importante avere giocatori di qualità in panchina”. I numeri parlano chiaro: 16 giocatori utilizzati in 180 minuti. Le gerarchie, alla Lazio, cambiano di continuo. 
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.