Giorni di un futuro passato. Oggi a Dusseldorf andrà in scena quella che pochi mesi fa è stata la finale di Coppa del Mondo. Germania e Argentina si sono contese il trofeo fino ai tempi supplementari, poi è arrivato il gran gol di Gotze. Estasi tedesca, dramma albiceleste.

A poche ore dalla gara, ai microfoni di Espn, Lucas Biglia ha rivelato il proprio stato d’animo e gli obiettivi per il futuro.

Di nuovo contro la Germania. Si volta pagina rispetto alla finale Mondiale o no?

“Quella era una finale di Coppa del Mondo, è chiaro che è impossibile dimenticarla. Fa male, è ovvio; tuttavia dobbiamo sapere che siamo l’Argentina, che ci siamo andati molto vicino e dobbiamo dimostrare ciò che valiamo”

Ci pensi già alla prossima partita, le convocazioni, la Coppa America?

“A livello individuale la prima cosa è partire bene e finire bene, far bene con il club e rientrare nelle prossime convocazioni. Poi, guardando più in là, l’obiettivo è la Coppa America”

Stasera sarà le festa della Germania, la Coppa, i tifosi…

“Sì, veniamo alla festa dei campioni. Siamo contenti, ma il nostro obiettivo è quello di conoscerci meglio, di affinare i nostri schemi. Sarà comunque una festa”.

Mancherà Messi, un’assenza importante…

“Lui è il nostro amuleto, ma meglio non rischiare. In questa partita la sua presenza non è necessaria, è un’amichevole. Adesso deve recuperare e tornare al miglior livello possibile”.

E’ vero l’interesse del Real Madrid?

“Io penso alla Lazio, sto bene a Roma e a giocare il maggior numero di minuti possibili”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.