Io ero sprofondata in un disagio che mi attanagliava. Guardavo le inquadrature in lungo e in largo, osservavo la panchina e mi assicuravo della sua esistenza: Momo Fares.
Cioè, ora ricordatemi quante aspettative aveva intorno, in quanti avevamo sperato in un magnifico exploit simil-Lazzari.
Abbiamo aspettato nei giorni di afa la benedetta ufficialità, era passato un quarto di secolo prima che venisse raggiunto l’accordo con la Spal ed altrettanto per poter finalmente scrivere BENVENUTO NELLA PRIMA SQUADRA DELLA CAPITALE.
E mo’?
Cercherò di fare un punto della situazione tra tutte queste mie parole sconnesse.
Penso, mentre cerco di fare il punto tra le mie parole sconnesse e lasciam perder le emossioooni che, quel ragazzotto caruccetto-pacioso, non è stato un sostituto degno di Lulic.
Devo essere sincera ed ammettere che su di lui gravavano milioni di aspettative e pressioni, di certo alla Spal non aveva accusato il peso di dover per forza essere il VICE Lulic-il nuovo terzino-erede sulla fascia sinistra.…’nsomma chi più ne ha.
La piazza biancoceleste poi, non somiglia nemmeno lontanamente a quella ferrarese.
Quando quel giocatorino è arrivato però, avevo creduto davvero fosse la SVOLTA. 
Dopo anni passati a cercare un vice al capitano pescando gente come Lukaku/Durmisi/Jony (e magari me ne fossi dimenticata qualcuno), in MOMO avevo risposto le speranze.
Cuoricini, brillantini…. E invece…. Marusic spostato da destra a sinistra…. salvo poi perdere il posto successivamente anche a causa di un rendimento non all’altezza. In tutto sono 29 le presenze messe insieme nella stagione biancoceleste 2020/2021.
Insomma, la fascia mancina continuava a vivere nello stesso mood delle soluzioni improvvisate.
A Momo -pora stella- tra i cross scellerati e le assenze, smisi di credere anche io. 
Ad onor del vero, va sottolineato che la sua permanenza a Formello fu caratterizzata negativamente da qualche infortunio, tra cui uno stiramento, che lo costrinsero ai box.
 
Fares per me rimane un’incognita, un rebus tra la mancata forma ottimale e la distanza dalla condizione migliore.
Adesso però non deve mollare, glielo dico come farebbe un’amica, consapevole che ha una nuova maglia ed un nuovo campionato  per farsi apprezzare.
Rivedremo il ragazzetto di Ferrara? 
L’ultimo giorno di calciomercato, a 5 minuti o poco meno dal GONG, si era sbloccata definitivamente la trattativa tra Lazio e Genoa per il trasferimento di Mohamed Fares in Liguria. 
Il giocatore vestirà la maglia rossoblù e la formula sarà quella del prestito con diritto di riscatto fissato a 7 milioni.
Io in fondo, molto in fondo,  ci credo ancora anche se i tempi per la "consacrazione in biancoceleste" appaiano un po’ più lunghi, quasi perduti….o meglio, con diritto di riscatto. 
Preziosi permettendo.
Si è aperto il botolone del calciomercato sotto i piedi, però è tutto legato al DIRITTO DI RISCATTO.
Non attendo quel momento, ma non è detto che i cancelli di Formello gli si siano chiusi alle spalle per sempre.
Tutte le strade portano o ri-portano a Formello. 
Vi ricordate Wesley Hoedt?
Goodbye Momo, PLEASE, e Caicedo salutalo per me.
 Simplemente, Xoxo.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.