Chiunque voi siate, rispondete a queste due domande: cosa ne pensate del centrocampo della Lazio? Cosa ne pensate dell’attacco?

Rispondete infine a questa terza domanda: cosa ne pensate della difesa della Lazio?

Chiunque voi siate, sapete benissimo che la difesa della Lazio è un vero e proprio tallone d’Achille,  autentico punto debole di una squadra complessivamente forte, non fortissima ma comunque forte. Da anni sono solo due gli acquisiti degni di nota in quel reparto: Stefan De Vrij e Francesco Acerbi (preso proprio per sostituire l’olandese). Stop.

Chiunque voi siate sono anni che vi dannate per gli imperdonabili errori di Wallace, le dimenticanze di Bastos, i regali di Patric, le totali amnesie di Vavro. Andiamo avanti? Facciamolo: le misteriose presenze/assenze di Musacchio, le convocazioni senza presenza di Armini, gli infortuni di Luiz Felipe Ramos, le disgrazie di Novaretti, le ricadute di Gentiletti, i capricci di Casasola.

Quest’anno vedremo ben due innesti: il primo devo dirlo, mi convince. Elseid Hysaj sulla fascia sinistra è un buon innesto. Il secondo, Kamenovic,  per ora molto meno, ma gli lascerò il solito anno di adattamento che sembra ormai essere più una giustificazione che una realtà.

Dunque, l’unico reparto che io in questa campagna acquisti avrei preso e sostituito in blocco, è paradossalmente e per l’ennesima volta anche quello meno toccato di tutti. 

Anche per questo anno la società decide di puntare forte su Luiz Felipe Ramos, ignorare (o fingendo di farlo) che questo giocatore sia sistematicamente più infortunato che sano. A dirlo non sono io ma i numeri: tralasciando l’unica eccezione della stagione 2019-2020 con 26 presenze (manco fossero 40), in tutte le altre sue stagioni alla Lazio ha racimolato la pochezza di 18 presenze, 17 presenze e 14 presenze. 

Può essere lui il difensore centrale su cui puntare forte in questa stagione? Non me ne voglia il ragazzo, ma io personalmente ne dubito. Tra l’altro a 4 giorni dall’esordio con l’Empoli è arrivata la notizia che si è già fatto male. 

A sostituirlo sarà con tutta probabilità Radu? Nemmeno. Il difensore romeno infatti, ha sì rinnovato il suo contratto, ma lo stesso non è mai stato depositato per via del solito indice di liquidità, ed allo stato attuale non si chiarezza di come verrà risolto questo problema.  Insomma, aspettiamoci Patric, con buona pace del nostro stomaco e del povero ragazzo che non ha alcuna colpa.

Non bastasse, c’è anche una ciliegina sulla torta: potremmo prendere Romagnoli: andrà in scadenza di contratto, è un difensore centrale di livello e consolidato, è un tifoso laziale. Non uno, non due, ben tre motivi per prenderlo… I tempi ci sono, i prezzi anche, le volontà pure… 

Società Lazio, ds Tare, presidente Lotito… Lo vedremo mai un difensore decente giocare insieme a Francesco Acerbi?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.