Dopo le varie querelle riguardanti Luis Alberto e che, mio malgrado, mi hanno vista coinvolta personalmente in una SHIT STORM, quant’è bello sentire qualcosa di positivo. 

Qualcosa che esula dalle questioni oltre il campo e pone l’accento solo sul lavoro, soprattutto, pone l’accento sull’amore di un calciatore nei confronti della nostra maglia, del club che lo ha reso grande. 

Forse il più grande. 

Sergej Milinkovic-Savic ha parlato ai microfoni dei canali ufficiali dopo la seduta mattutina in quel di Auronzo di Cadore. 

Queste le sue parole, BELLISSIME, a Lazio Style Channel.

**Permettetemi di evidenziare subito ciò che mi ha preso il cuor:

«Io sto qua da sette anni e quindi ci sta che mi sento un po’ leader. Cerco di aiutare i giovani e i nuovi. Sono qua da molto tempo e spero di restare per tanto tempo. Record di gol? Ci provo».

Ah, pe’ me tutta la vita SERGIO’. 

LAVORO, LAZIO, MODULO SARRI

 «Mi sento bene, ma vediamo tra due/ tre giorni come andrà. Sono contento che abbiamo iniziato, perché non vedevo l’ora. Mi fa piacere che fin da subito si lavora con il pallone. Non si corre tanto e questo mi piace. 


Qualcosa per me cambierà, ma sono pronto a fare quello che mi chiede il mister. Con il 3-5-2 ho fatto il massimo, ma con un nuovo modulo vedrò dove posso migliorare. Il mister mi ha detto che si giocherà molto palla a terra. Io cercherò comunque di fare il mio, come comunque facevo prima. 


Allo stadio non ci sono tifosi da un anno e mezzo. Qui se ne vedono comunque pochi rispetto all’OIimpico, ma speriamo che si possa rivedere molta gente allo stadio con la nuova stagione».



 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.